COMUNICATO STAMPA FEDERAZIONE CIMO-FESMED DEL 13.09.2019

Aggiornato il: 18 mar 2020

SOLIDARIETA’ CIMO-FESMED A CIMOP PER ROTTURA TRATTATIVE CONTRATTO OSPEDALITA’ PRIVATA: DARE GIUSTI RICONOSCIMENTI A TUTTI I MEDICI

Roma, 13 settembre 2019 - L’interruzione delle trattative per il rinnovo del contratto di lavoro dei colleghi della Ospedalità Privata evidenzia il malessere dell’intera categoria dei medici, che sta vivendo un profondo disagio a prescindere che l’ambiente di lavoro sia pubblico o privato.

La Federazione CIMO-FESMED ritiene del tutto condivisibili le motivazioni che hanno portato il sindacato CIMOP ha sospendere il confronto, giacché il trattamento economico e le tutele sindacali scontano un evidente handicap proprio in un momento di crisi del SSN che vede anche la sanità privata in prima linea nell’impegno a coprire i bisogni di salute nel Paese.

Rispetto agli interessi delle cosiddette “proprietà” e degli azionisti, il lavoro dei medici che operano nelle strutture private deve avere il giusto riconoscimento economico e deve essere superata l’evidente sperequazione rispetto ai colleghi che lavorano in altri ambiti della sanità pubblica e convenzionata. Al tempo stesso, il futuro contratto deve offrire una corretta valorizzazione dei professionisti e le necessarie tutele che, a cascata, garantisca la sicurezza delle cure dei cittadini.

CIMO-FESMED auspica dunque una rapida ripresa della trattativa in termini costruttivi.